Motosega elettrica: come scegliere un buon modello

Sappiamo bene che al giorno d’oggi il fai da te è particolarmente sviluppato, magari a causa di tutti quei video che guardiamo sui nostri social-network che grazie al loro montaggio ci fa sembrare tutto più semplice, veloce ed economico.

Uno degli aspetti principali del fai da te è la qualità degli strumenti che si hanno a disposizione, trapano, martello, scalpello, pennelli, avvitatori, decespugliatori e motoseghe.Avete deciso di rimuovere quel grosso albero sfrondato dal vostro giardino per porvi una bella piscina per i bimbi? Volete potare gli alberi del vostro vialetto? Oppure magari volete andare in giro per i boschi alla ricerca di legna per il vostro camino? Bene, avete proprio bisogno di una motosega.

Esistono 3 tipologie di motosega, classica a miscela, per lavori sostanziosi e particolarmente lunghi, le elettro-seghe con cavo di alimentazione alla presa elettrica e quelle a batterie meravigliose per un utilizzo rapido e confortevole.
Partendo con quelle più anzianotte, le motoseghe classiche , prevedono l’utilizzo di una miscela di benzina e olio, proprio perché hanno un motore a scoppio.

I vantaggi di tale funzione sono tanti, uno di questi è quello della potenza, infatti grazie al motore a scoppio, con una cilindrata non troppo elevata, potrete eseguire i lavori più complicati e pesanti senza perdere mai forza motrice, e poi la mancanza del filo di alimentazione vi permette di girare indisturbati alla ricerca del pino perfetto.
E gli Svantaggi? beh, vi è qualche particolare pecca riguardo questa tipologia di motosega, ovviamente avendo a che fare con un motore a scoppio possiamo incontrare il problema dell’ingolfamento, che può innervosire e far perdere del tempo, e poi vi è la pesantezza, un motore a scoppio può pesare tanto da rendervi particolarmente poco agevole ‘utilizzo di tale strumento. Inoltre a fine lavoro, dovrete sempre rabboccare l’olio e la benzina le parti meccaniche devono necessariamente essere sempre lubrificate. In fine gli odori e le emissioni possono dar fastidio ai più sensibili anche se al giorno d’oggi vi sono dei modelli all’avanguardia che hanno superato questo problema.
Di contro le motoseghe elettriche sono dotate di un motore elettrico che permette si di non avvertire il classico odore di miscela, ma non necessita di particolare manutenzione o pulizia interna.
Ma non solo note positive per questa tipologia di strumento, vi sono anche degli inconvenienti come per esempio il cavo di alimentazione che oltre ad essere particolarmente fastidioso doverci muovere con quel filo penzolante, non ci permette di fare quei lavoretti a distanza dalla corrente elettrica.
Infatti sono nati, già da un Po di tempo, le elettro-seghe a batteria, comode, maneggevoli, portatili e , adatte a lavori rapidi senza doversi sporcare le mani di miscela o avere a che fare con cavi, prolunghe e multi-prese.
Pertanto quelle più quotate sono quelle a batteria per la loro maneggevolezza e utilità ma ricordatevi che se dovete occuparvi di lavori importanti vi conviene andare sul sicuro con una motosega a miscela, garanzia di Potenza e precisione.

Informazioni complete e recensioni delle migliori motoseghe puoi trovarle su http://motosegatop.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *